.
Annunci online

Lestat1984
<..-·(¯`·._.- Il DeStInO Ti AtTeNdE SuLlA StRaDa ChE HaI FaTtO PeR EvItArLo-._.·´¯)·-..>


Diario


8 aprile 2010

AlterEgo

In un mare di pensieri, la mente viaggia,
cumuli di nebbia, dalla quale riesco a scorgere un’immagine.
Ancora lì, ancorata a quel  passato,
non più nitida, ma opaca nei contorni.
Sò che c’è, anche se coperta da molteplici distrazioni,
consapevole di chi rappresenti  in verità,
l’altra parte di me, quella non sottoposta alla ragione,
l’altra parte di me, quella incondizionata,
l’immagine della mia vera esistenza,
chissà se mai riuscirò a riconquistarla,
a riconquistarmi.




permalink | inviato da Lestat1984 il 8/4/2010 alle 16:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 ottobre 2008

La cura

 Ti proteggerò dalle paure delle ipocondrie,
dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via.
Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo,
dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai.
Ti solleverò dai dolori e dai tuoi sbalzi d'umore,
dalle ossessioni delle tue manie.
Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce
per non farti invecchiare.
E guarirai da tutte le malattie,
perché sei un essere speciale,
ed io, avrò cura di te.
Vagavo per i campi del Tennessee
(come vi ero arrivato, chissà).
Non hai fiori bianchi per me?
Più veloci di aquile i miei sogni
attraversano il mare.

Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza.
Percorreremo assieme le vie che portano all'essenza.
I profumi d'amore inebrieranno i nostri corpi,
la bonaccia d'agosto non calmerà i nostri sensi.
Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto.
Conosco le leggi del mondo, e te ne farò dono.
Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce per non farti invecchiare.
TI salverò da ogni malinconia,
perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te...
io sì, che avrò cura di te.




permalink | inviato da Lestat1984 il 10/10/2008 alle 17:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


8 ottobre 2008

Capricorn

 

So I run, hide and tell myself
I'll start again with a brand new name
And eyes that see into infinity

I will disappear
I told you once and I'll say it again
I want my message read clear
I'll show you the way, the way I'm going

So I run, hide and tell myself
I'll start again with a brand new name
And eyes that see into infinity
I was almost there
Just a moment away from becoming unclear
Ever get the feeling you're gone
I'll show you the way, the way I'm going
So I run, hide and tell myself
I'll start again with a brand new name
And eyes that see into infinity

So I run, start again
With a brand new name

So I run and hide and tell myself
I'll start again with a brand new name
And eyes that see into infinity

I will disappear




permalink | inviato da Lestat1984 il 8/10/2008 alle 21:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 settembre 2008

I'll FiNd OuT My SeLf

 

Cosa c'entra questo cielo lucido
che non è mai stato così blu
e che se ne frega delle nuvole
mentre qui
manchi tu

pomeriggio spompo di domenica
come fanno gli altri a stare su?
non arriva neanche un pò di musica
quando qui
manchi tu

e adesso che sei duvunque sei
chissà se ti arriva
il mio pensiero
chissà se ne ridi o se ti fa piacere

cosa c'entra quel tramonto inutile
non ha l'aria di finire più
e ci tiene a dare il suo spettacolo
mentre qui
manchi tu

così solo da provare panico
e c'è qualcun'altra qui con me
devo avere proprio un'aria stupida
sai com'è
manchi tu

e adesso che sei dovunque sei
chissà se ti arriva
il mio pensiero
chissà se ne ridi o se ti fa piacere

e adesso che sei duvunque sei
ridammelo adesso
il mio pensiero
deve esserci un modo per lasciarmi andare

cosa c'entra questa notte giovane
non mi cambia niente la tivù
e che tristezza che mi fa quel comico
quando qui
manchi tu

e adesso che sei dovunque sei
chissà se ti arriva
il mio pensiero
chissà se ne ridi o se ti fa piacere

e adesso che sei duvunque sei
ridammelo adesso
il mio pensiero
deve esserci un modo per lasciarmi and
are.....




permalink | inviato da Lestat1984 il 22/9/2008 alle 19:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


21 settembre 2008

That i'm thinking





Se chiudo gli occhi non ci sei
in fondo a tutti i miei vorrei.
Almeno tu lasciassi scia, saprei come lavarti via.

Se chiudo gli occhi dove sei
davanti a tutti i dubbi miei.
Almeno tu lasciassi scia saprei come mandarti via.

Una volta tanto dimmi sempre,
sarà per sempre.
Quanto ti costa dirmi sempre se poi sempre è una bugia.

Prendimi in giro e dimmi sempre ah
sarà per sempre.
Ma che ti costa dirmi sempre se poi sempre è una bugia.

Se chiudo gli occhi forse sei
tutti gli errori quelli miei.
Almeno tu fossi poesia
saprei cantarti e così sia.

Chiudessi gli occhi affogherei;
è un fiume in piena di vorrei.

se almeno tu lasciassi scia
saprei seguirti e andare via.

Una volta tanto dimmi sempre,
sarà per sempre.
Quanto ti costa dirmi sempre se poi sempre è una bugia.

Prendimi in giro e dimmi sempre sarà per sempre.
Ma che ti costa dirmi sempre se poi sempre è una bugia.

Se chiudo gli occhi non ci sei,
se chiudo gli occhi dove sei.

Una volta tanto dimmi sempre,
sarà per sempre.
Quanto ti costa dirmi sempre se poi sempre è una bugia.

Prendimi in giro e dimmi sempre sarà per sempre.
Quanto ti costa dirmi sempre se poi sempre è una bugia.

Se chiudo gli occhi non ci sei
in fondo a tutti i miei vorrei.
Almeno tu lasciassi scia, saprei come lavarti via.




permalink | inviato da Lestat1984 il 21/9/2008 alle 14:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


29 aprile 2008

Points of view



Eliminato l'impossibile,
per quanto improbabile,
ciò che ne rimane
è la pura Verità.....




permalink | inviato da Lestat1984 il 29/4/2008 alle 0:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


13 aprile 2007

Tanti Auguri Vale!



Un buon non compleanno
un buon non compleanno
un buon non compleanno
per noi
un buon non compleanno a me
a chi?
a me o a te?
un buon non compleanno a te?
a me? e a te?
o a me?
Brindiamo tutti insieme con un altro pò di tè...
E tanti tanti auguri a teeeeeeeeeeeee...




permalink | inviato da il 13/4/2007 alle 22:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


11 aprile 2007

Per te



Non cercare di guardare troppo lontano o di fare progetti troppo in anticipo, perché così facendo può darsi che tu li debba cambiare del tutto. E' meglio permettere ad ogni cosa di fare il suo corso, e vedrai che ciò accadrà molto più rapidamente di quanto tu possa immaginare. Non essere impaziente: impara semplicemente ad attendere, e osserva come ogni cosa sboccia in maniera meravigliosa; ma ciò deve accadere al momento giusto.




permalink | inviato da il 11/4/2007 alle 23:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


2 aprile 2007

Darwin e le sue teorie!




Darwin:< Il lavoro nobilita l’uomo e lo rende libero>.

Diego:<Il lavoro debilita l’uomo e soprattutto lo rende schiavo>.

Già, tutti i giorni a combattere, a stressarsi a rendersi schiavi e per cosa?
Per ritrovarsi senza tempo, senza un piccolo momento per pensare a se stessi, uscire di casa alle 8,00 e rientrare la sera alle 19,00 se ti dice bene…tutto questo per uno stipendio di certo non adeguato allo sforzo. Non lo dico per dire, per vittimismo, ma perché nella maggior parte dei casi è così, uno da l’anima e raccoglie polvere…booo…

L’otium quella si che è una delle virtù con la “V” maiuscola, hai tempo di incrementare il tuo bagaglio culturale, di fermarti, di riflettere, di “sentire” ed essere padrone della TUA vita.
Ma ovviamente come in ogni cosa basterebbe la giusta misura…ma non si riesce a capire perché ancora continuiamo a nobilitarci solo con il lavoro, eppure chiunque si lamenta…sarà pure vero che se non abbiamo problemi ce li creiamo, che se stiamo bene un cavillo lo dobbiamo per forza trovare, ma allora perché non spendiamo queste energie solo alla ricerca del bene?
Non sarebbe meglio concentrarsi su ciò che ci può far sentire appagati ed in pace con noi stessi?
Ovviamente la mia è pura utopia, una mera considerazione di come vanno le cose…le stesse che mi cominciano a stancare.




permalink | inviato da il 2/4/2007 alle 0:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


27 marzo 2007




 

Lo splendore dell'amicizia
non è la mano tesa
né il sorriso gentile
né la gioia della compagnia:
è l'ispirazione spirituale
quando scopriamo
che qualcuno crede in noi
ed è disposto a fidarsi di noi.

 





permalink | inviato da il 27/3/2007 alle 23:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


24 marzo 2007

Lezioni di vita




Non posso possedere tutta la conoscenza e tutta la saggezza
senza che ciò si dispieghi gradualmente dal di dentro.

 La vita è un continuo dispiegarsi.

 Da bambino, ho dovuto imparare alcune lezioni fondamentali:

quando ho avvicinato la mano al fuoco, mi hanno detto che era caldo
 e che avrei potuto bruciarmi;

 ma se non avessi obbedito, se avessi voluto fare di testa mia e avessi toccato il fuoco

 mi sarei bruciato.

Tuttavia, ho imparato a non avvicinarmi più al fuoco.

 In questa vita devo imparare alcune lezioni fondamentali.

 Certe persone imparano molto rapidamente e sono pronte
 a passare a lezioni più importanti,

fino a che si trovano totalmente in armonia e non hanno più nulla da imparare 
    e scorrono con quella stessa vita, la loro, in sintonia con ogni cosa,                  

         ed è questo lo stato di coscienza che voglio raggiungere.




permalink | inviato da il 24/3/2007 alle 19:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


22 marzo 2007

L'irraggiungibile perfezione




Ciò che penso, ciò che faccio e il modo in cui mi comporto può avere un effetto significativo su tutto ciò che mi circonda.
Comincio dunque fin d’ora a guardare il
lato positivo della vita
 ricercando il meglio in ogni situazione.
 
Se osservo in profondità, lo troverò; è lì, ma talvolta
è così ben nascosto
da sembrare perso.
Sò che tutte le cose concorrono al bene,
per chi mi è vicino
e mi stima,
 per chi mi porta sul palmo della sua mano.
La mia forza deve essere costante e incrollabile.
Devo avere la volontà di tenere duro,
 poco importa quanto la situazione possa apparire
 oscura e tenebrosa.
Può accadere persino che sia necessario
vederla peggiorare prima
che intervenga un miglioramento.
Ma mi basta semplicemente sapere che tutto
si compirà in
un'autentica perfezione,
 al momento giusto, e che tutto è nelle mie mani.
Mi rendo conto che c’è un qualcuno, un’Entità dovunque
e in ogni cosa, che non esiste nessun luogo nel quale questa
non sia presente,
e che il fine ultimo da raggiungere è proprio
quell'irraggiungibile perfezione.




permalink | inviato da il 22/3/2007 alle 23:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


22 marzo 2007

L'acqua come bene universale...





Fonte insostituibile di vita, patrimonio dell’umanità, diritto inalienabile e universale. Ma la risorsa acqua è anche grave emergenza in molte aree del mondo: ogni giorno 30.000 persone muoiono per cause connesse alla scarsità d'acqua o alla sua cattiva qualità e igiene. Approfittiamo dell'acqua day per iniziare a risparmiare gocce preziose.

Proclamata nel 1993 dall'Assemblea delle Nazioni Unite, la giornata mondiale dell’acqua, anno dopo anno, diventa sempre più attuale e urgente come occasione per sensibilizzare istituzioni e società civile su una emergenza mondiale e sulle possibili soluzioni per fronteggiarla.

L’acqua in numeri

·         solo 16 persone su 100 possono aprire un rubinetto e veder scorrere acqua potabile, priva di agenti patogeni e di sostanze inquinanti, per bere, cucinare e lavarsi.

·         84 persone su 100, invece, devono cercarla, spesso molto lontano dalle abitazioni, presso fonti dove la disponibilità è scarsa e la qualità scadente.

·         Il consumo di acqua nei paesi africani varia in media tra 12 e 50 litri al giorno per abitante, in quelli europei tra 170 e 250 litri (noi italiani siamo ai vertici dei consumi europei, proprio con 250 litri) negli Stati Uniti raggiunge i 700 litri

·         L'Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che al di sotto della soglia di 50 litri d'acqua al giorno si può già parlare di sofferenza per mancanza di acqua: di fatto il 40% della popolazione umana (2,5 miliardi di individui) vive in condizioni igieniche impossibili soprattutto per carenza di acqua.

·         Si prevede che nel 2020 3 miliardi di persone non avranno accesso all’acqua

·         Per garantire l’accesso all’acqua potabile a tutti gli abitanti del pianeta, basterebbe una somma analoga a quella che in Europa si spende per l’acquisto di gelati e negli Usa in cosmetici

Obiettivo della nostra campagna è quello di far diventare l’accesso all’acqua un diritto universale. Per farlo, bisogna partire dalla condivisione di alcuni obiettivi:

·         diffondere il diritto all’acqua a ogni livello, facendolo valere a tutti gli effetti come un diritto inalienabile

·         liberare in tutto il mondo gli schiavi dell'acqua cioè garantire il diritto all'istruzione per 18 milioni di bambini e di bambine costretti a fare i portatori d'acqua a causa della mancanza o dell'inaccessibilità degli acquedotti

·         ridurre i consumi e gli sprechi devastanti: è possibile abbassare fino al 40% gli attuali prelievi d'acqua per l'agricoltura, per l'industria e per usi domestici

·         trasformare l’acqua in uno strumento di pace e uguaglianza: attraverso iniziative per sancire il rifiuto dell'utilizzo dell'acqua come strumento politico di esclusione

·         creare un sistema di finanza cooperativa per l'acqua, un servizio pubblico mondiale dell'acqua e gli interventi per garantire l'accesso dell'acqua e la sua corretta gestione.

·         favorire la gestione pubblica dell’acqua mettendo in atto una politica integrata di governo dell’acqua gestita dagli Stati e dagli Enti locali, sia per le risorse idriche che per le acque minerali

L'accesso all'acqua è dunque un diritto fondamentale e inalienabile, che va garantito a tutti. Eppure l'abitudine allo spreco e la noncuranza ci fanno spesso perdere di vista la necessità di proteggere questa risorsa. Anche noi possiamo fare qualcosa nella nostra vita quotidiana, approfittando della giornata mondiale dell’acqua per salvare il rubinetto.

Ecco qualche esempio:

·         Assicurarsi che i rubinetti siano sempre ben chiusi e che non gocciolino

·         Evitate di far scorrere l'acqua inutilmente acqua:si riduce il consumo idrico del 50%.

·         Un water a flusso differenziato fa risparmiare, ad una famiglia di quattro persone, fino a 30.000 litri d'acqua ogni anno.

·         Preferire la doccia al bagno (si possono risparmiare ogni volta fino a 100 litri d'acqua)

·         Quando si usano lavatrice o lavastoviglie è meglio scegliere programmi che risparmiano acqua ed è buona abitudine metterle in funzione solo a pieno carico.

Anche quest'anno, in occasione della giornata mondiale dell’acqua, Legambiente si mobiliterà sul territorio con iniziative sul tema, comunicazione stampa ed in particolare con l'organizzazione di banchetti informativi per la diffusione delle buone pratiche per il risparmio idrico per dare continuità ad un tema che Legambiente porta avanti per tutto l’anno.

Nell'occasione saranno distribuiti materiali informativi sulla campagna "Acqua: bene comune dell'umanità, diritto di tutti" finanziata dall'Unione Europea per promuovere la cultura dell'acqua come bene comune dell'umanità, e che Legambiente realizza insieme a CEVI, CIPSI, COSPE, CRIC, AFVP, CERAI, Dimitra.

Per informazioni ed adesioni: 06-86268362 - s.ceci@mail.legambiente.com

www.contrattoacqua.it




permalink | inviato da il 22/3/2007 alle 19:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


20 marzo 2007

SoLsTiCe..


                                                   


Il 21 marzo segna l’Equinozio di Primavera, apertura ufficiale della stagione più dolce dell’anno e antica “porta del ciclo” pagana. Non è una festa celtica propriamente detta e non ci sono tracce scritte o evidenze sul fatto che i Celti la festeggiassero, e nessun nome legato a questa festa si ritrova propriamente nella tradizione celtica antica. Molti caratteri simbolici associati al concetto di Primavera, invece, gravitano sia su Imbolc (1° febbraio), data dell’inizio interiore della stagione che si risveglia nel mondo sotterraneo della Terra Madre, sia su Beltane (1° maggio), suo culmine e passaggio verso la grande luce dell’estate.
Equinozi e solstizi erano visti come momenti di transizione. A proposito: Equinozio deriva da “equum nocti” ovvero “uguale alla notte”, infatti giorno e notte hanno la stessa durata. Questo raro bilanciamento perfetto dei giorni solstiziali era considerato dai popoli antichi un momento potente per i riti sacri.





permalink | inviato da il 20/3/2007 alle 23:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


19 marzo 2007




Essere come un libro aperto, che non cela nulla,
 con ogni pagina che si offre alla lettura di chiunque.
Solo quando non si ha nulla da nascondere,
capiamo cosa significa  essere completamente liberi e senza catene.
Quando condividiamo ciò che abbiamo nel cuore senza aver timore di essere messi in ridicolo.
Essere semplici come bambini, perché quella semplicità è il marchio della vita spirituale, quella semplicità con la quale nulla risulta essere complicato.
Se sentiamo che lo è, è per causa nostra.
Cambiamo il nostro atteggiamento e
vediamo cosa succede.
Smettiamo di perdere tempo correndo dietro alle chimere, tutto ciò di cui abbiamo bisogno si trova dentro di noi, pronto a dispiegarsi e a rivelarsi.
Tutto ciò che dobbiamo fare è stare calmi e soffermarci a ricercare ciò che è in noi,
ciò che siamo e solo così lo troveremo.
 La risposta è lì.
Dobbiamo essere pazienti, ed al momento giusto
tutto ci sarà rivelato.

 

 




permalink | inviato da il 19/3/2007 alle 21:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


8 marzo 2007

Time is running

     

Ancora una volta davanti a questo blog, a scrivere, riflettere.
I pensieri si rincorrono alla rinfusa nella mia mente,
creano continui fotogrammi, flash, lampi di ricordi.
Forse il mondo intorno a me sta girando un pò troppo di fretta,
nemmeno il tempo di fermarmi, di voltare la testa dietro le mie spalle,
come sentirsi trascinati da una forza invisibile,
da un volere, che non è il tuo.
Così continui a correre e non ti accorgi nemmeno che il tempo passa,
che quello che stai vivendo non è altro che
un'infinitesima parte di quello che potresti vivere.
La nostra esistenza si limita per l'appunto al fatto di esserci,
di stare su questo mondo ed esserne parte vivente,
ma non stabilisce le condizioni per le quali tu sei destinato ad esserci,
non entra in merito, preferisce restarne fuori,
allora mi viene un dubbio :<tutto questo lo rendiamo possibile noi?>
La risposta è si, semplicemente per il fatto che,
se uno avesse l'oppurtunità di rivivere una stessa situazione,
fino all'infinito, e tutte le volte in modo diverso,
sicuramente il finale cambierebbe.
Forse è per questo che la vita ci mette difronte a certe condizioni,
solo per imparare a gestirle, per crescere, maturare,
perchè a giovarne non sarà il nostro corpo, la parte terrena,
ma il nostro spirito, la nostra Essenza.




permalink | inviato da il 8/3/2007 alle 0:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


19 febbraio 2007








E proprio ora mi ritrovo sospeso,
senza appigli, senza sicurezze.
E' una senzazione strana, dentro di te
la sola sicurezza di cominciare a cadare..
Il vuoto sotto i tuoi passi, e l'infinito più profondo,
non sai quanto dovrai precipitare,
non sai come ne uscirai.
E qui l'enigma: che fare?
L'inevitabile discesa affretta a raggiungere quel fondo invisibile,
un paio d'ali rappresenterebbero la salvezza,
ma ovviamente pura utopia, frutto di una fervida immaginazione,
e allora è solo su di me che devo contare,
sulle mie capacità, sulla voglia di farcela,
sulla mia incontrastata testardagine,
è questa la chiave,
ed è per questo che ci riuscirò,
perchè a volte non servono un paio d'ali per riuscire a volare
e gridare al mondo intero: CE L'HO FATTA
!




permalink | inviato da il 19/2/2007 alle 1:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


7 febbraio 2007

Rome II

                                  
                        



In anteprima, solo per voi (non ve mettete a ride) una delle foto scattate sul set di Rome II...

appena avrò le altre le posterò...





permalink | inviato da il 7/2/2007 alle 23:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


7 febbraio 2007

La.ser....

           

Ieri è stata una bellissima partita, e anche se non ho potuto giocare da schiacciatore quale sono ci ho comunque messo l'anima. Combattuta fino alla fine, ma la vittoria l'abbiamo strappata ed è questo quello che conta.
-La cosa che mi ha fatto più piacere? i muri sul centralone avversario Plinio.
-La cosa che mi ha fatto più sorridere? Valeria che piangeva perchè gli stritolavo 
 le mani ogni volta che facevo un punto.
-La cosa più antipatica? La chiusura delle porte della palestra.
-La cosa inaspettata? La performance di Chiara, ha giocato benissimo!

Alla fine anche se con persone con cui non sono abituato a giocare mi sono trovato a mio agio, sono riuscito ad esprimere il mio gioco come Centrale, forse come alzatore un pò meno, ma c'è chi dice il contrario e questo mi conforta! :)

Ragazzi che dirVi? che la La.ser è sempre la La.ser, le persone possono cambiare o alternarsi nei vari set, ma una cosa rimane, quella che ci ha sempre accomunato, la voglia di combattere per questo sentimento chiamato....... Pallavolo.






permalink | inviato da il 7/2/2007 alle 23:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


30 gennaio 2007

Una pensiero per te...


Ed ora ci ritroviamo a salutarci,
non ci avrei mai creduto se qualcuno me lo avesse detto,
eppure eccoti, stai per svoltare l'angolo,
stai per crescere..
Quanti flash-back affollano la mia mente,
quanti ricordi..
Penso a te e sorrido,
penso a ciò che in 4 anni ci ha diviso e poi unito,
a ciò che abbiamo combinato insieme,
alla prima sera che ti ho visto,
al 1° maggio al prato,
uniti forse da sempre, da una passione, da un istinto..
Quanto ho imparato da te Morgana..
Quante cazzate insieme, carte, sortilegi, esperimenti,
ma questo non l'avevamo predetto,
e forse è stato meglio così...
Ogni 28 giorni alzerò la testa al cielo,
e saprò che l'altrà faccia della Luna avrà il tuo volto,
saprò quello che starai pensando guardandola,
che quella MAGIA è ancora nostra..
 

Con affetto    -Lestat-






permalink | inviato da il 30/1/2007 alle 0:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
sfoglia     ottobre       
 
 




blog letto 39560 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Musica
Foto

VAI A VEDERE






                     
                           VoRrEi AvErE GlI OcChI Di
                            Un BiMbO e
 NoN AvEr La
                            CaPaCiTà Di GiUdIcArE...




                                         
                                       





 



 



 

 
 


















     vampire-lestat2005@libero.it

MySpace Layouts

Myspace Layouts at Pimp-My-Profile.com / The Haunting

CERCA